RSS

What’s your style?

03 Lug

Non c’è bisogno di essere esperti programmatori per personalizzare l’interfaccia delle applicazioni di uso più comune, persino quella mummia di Windows permette di cambiare lo sfondo del desktop o un colore a qualche barra più o meno importante. I più smanettoni poi riescono ad applicare temi sobri o stravaganti a finestre e pannelli. Insomma, è bello dare il proprio tocco all’ambiente di lavoro personale.
C’è però una regola d’oro che va sempre osservata, quando si realizza un tema per qualche applicazione: rispettare la funzionalità originale.
Un tema deve mantenere visibili i comandi e leggibili le etichette, non deve confondere l’interfaccia e deve mantenere il livello di usabilità originale dell’applicazione, se non migliorarlo.
Ecco perchè adoro le skin personas di Firefox!

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 3 luglio 2010 in informatica, internet

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: