RSS

Considerazioni estive di una mente provata dal caldo.

27 Lug

Ho sempre visceralmente detestato il caldo e le persone che non lo soffrono. Non parlo di quel calore amichevole di maggio o del caldo catecumenale di giugno, che cerca con ingenua bontà di convertirti all’idea che in fondo la vita a 30° è bella (che è sempre meglio di quella a 90°). Giugno è un mese di evangelizzazione termica. Dopo un inverno interminabilemente piovoso e una primavera spedita in posta semplice e, quindi, arrivata con mostruoso ritardo il giorno prima della scadenza e relativa messa in mora, giugno ci accoglie con giornate  calde e soleggiate, un vero PR della bella stagione in arrivo. A giugno quasi mi convinco che l’estate sia un periodo piacevole e temperato. Sembra un po’ il tipo di lusinga dei preti pedofili: vieni con me, non ti faccio niente… solo 30°, mica 90!
Che poi è un bel mese giugno: puoi finalmente rimpinzarti di antistaminici, vedere gli altri che vanno al mare mentre tu sei costretto a lavorare, entrare in metro e divertirti a contare gli strati di sudore, sedimentato sotto le ascelle delle persone, e vivere tante altre mirabolanti avventure estive.
Questo finchè non arriva luglio. Se giugno è l’acqua santa (fermentata), luglio è il diavolo in persona, non a caso è il settimo mese dell’anno! Sette, come i peccati capitali. Sette come Windows 7. Sette è il numero dell’invidia, poichè è un numero felice e persino fortunato, grrrr! Sette sono i Sigilli la cui rottura annuncerà la fine del mondo, seguita dal suono di 7 trombe suonate da 7 Angeli, quindi dai 7 Portenti e infine dal versamento delle 7 Coppe dell’ira di Dio (Giovanni, Apocalisse, dal Sacro Libro della Wikipedia, pag.7). Quante sono le proverbiali camicie sudate? Esatto! E se si rompe uno specchio quanti anni di lieti eventi ci aspettano? Bravissimi! Insomma avete capito che il sette porta una sfiga matta e scusate se mi gratto!
Essendo luglio il settimo mese dell’anno, guarda caso quale gradito ospite internazionale passa a trovarci uno per uno?

La bolla africana!

Ecco, cominciate a capire?


L’unica soluzione è rintanarsi in comode celle con l’aria condizionata o, come pochi incoscienti, andarsene in riva al mare, ad assorbire liquidi per osmosi. E già, perchè a luglio c’è gente che si diverte andando al mare. Persone che si radunano all’aperto e amano sudare insieme e immergersi in acque popolate di buste di plastica, assorbenti, scorze di mellone(TM) e pellicce di topo. Ma un posto in spiaggia è un posto in spiaggia: la vacanza tipo. In fondo cos’è che vuole la gente da una semplice giornata in spiaggia?

Rilassarsi e ritrovare il contatto con la natura, il silenzio e la pace interiore!

Io incoraggio queste persone perchè, se amano così tanto il mare, dovrebbero dedicarsi a conoscerlo di più, buttandocisi dentro ad esempio.
Ci sono tante meraviglie sottomarine che possono essere esplorate solo d’estate, non è un peccato lasciarsele sfuggire?

Coppia di fortunati sub alla scoperta dell'incantevole mondo marino

A questo punto voglio ricollegarmi a quello che ho scritto all’inizio: odio visceralmente il caldo!
Non lo sopporto, non sopporto di restare fermo ad offrire la mia carne alla lenta agonia della morte su graticola: no. Nel mio dna non è contemplato il suicidio per cottura.
Ho mandato tante maledizioni al  sole e al suo esercito di aguzzini ultravioletti che ho desiderato vedere una nuvola, ogni tanto, che lo oscurasse per una mezz’oretta di tregua. Non chiedevo molto, solo un po’ di fresco, un venticello, qualche nuvoletta e, magari, una pioggerellina leggera per rinfrescare l’aria e l’asfalto in ebollizione. Ho solo chiesto…

...un po' d'acqua.

Aaah!

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 luglio 2010 in fuori schema, vita reale

 

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: