RSS

Storie di vita pupazzosa!

03 Feb

Finalmente sono riuscito a connettere il povero xbotolo al router, tramite un’antennina wifi di cui non so ancora se mi pentirò prima o poi. L’ultima volta che il poverino ha visto il mondo esterno è stato il 2 dicembre 2010 e dunque fanculo ai cavi attraversi i muri, il soffitto, sottotraccia, sopratraccia, per aria, mare, terra, fanculo a powerline che non ho manco prese libere dove metterlo. Fanculo allo sbattimento e viva l’antennina wifi di MS!
Ciò detto, appena riconnesso ho immediatamente scoperto tre cose.
La prima è ilomilo.
La seconda è The Undergarden.
La terza è Raskulls.

1. ilomilo è un puzzle game pupazzoso, fatto di cubi di pezza, labirinti e creaturine col cappello. Ha uno stile che ricorda mooolto da vicino Little Big Planet, probabilmente per colmare una grave lacuna nel catalogo MS (adesso i pupazzi di pezza ce li abbiamo pure noi, tiè!).
Ilo e Milo si amano alla follia e vorrebbero trombare mattina pomeriggio e sera, in ogni istante, in ogni posizione e senza essere scocciati. Purtroppo, una brutta sera, la strega Billaghezza li rapì per metterli in un videogame e farci tanti soldi. I poveri amanti vorrebbero ricongiungersi per placare la fame di sesso dei loro corpi morbidosi ma sono separati e dovranno attraversare un labirinto tridimensionale per tornare insieme (tridimensionale nel senso che si estende lungo tre assi e non solo due, quindi niente schermi costosi e occhialini malefici: lo stipendio è pregato di uscire da sotto il letto). Non mancano gli inevitabili collectibles, nella forma di ricordi, fotografie e suoni, ma anche sottoforma di piccoli Safka, minuscoli esserini da recuperare e salvare.

La demo permette di provare i primi livelli e tutto, a partire dai suoni, i colori, le musiche e l’atmosfera gradevolmente irreale, ha il non trascurabile merito di riuscire a distendere gli angolo opposti della bocca verso l’alto. L’animazione di Ilo e Milo che si incontrano è uno spettacolo (anche se romperà i coglioni già alla terza o quarta volta). Invece di fare sesso, però, i due pupazzi preferiscono ballare, togliendo tutta la forza dell’ethos esistenziale alla metafora della solitudine dell’adolescente in età adulta. Che stronzi.
Man mano che si progredisce, i livelli diventano sempre più grandi e complessi e qui sorge un grosso problema, poichè i puzzle pare che si facciano davvero frustranti.
Chi è alla ricerca di un passatempo distensivo e spensierato imparerà a odiare i mondi di pezza, soprattutto quelli dove non si tromba!
Per i pignoli: è possibile giocare in cooperativa con due pad.

2. The Undergarden è un altro puzzle game pupazzoso ma stavolta impersoneremo i panni di un simpaticissimo cucciolo di Teletubby su cui potremo divertirci a infierire in modo sadico e sanguinolento invocato dai tristi abitanti delle caverne del sottosuolo del mondo di Sbruschbrachzzrgkh perchè gli serviva un giardiniere ma non avevano i soldi per pagarlo. Il protagonista non è altro che una tenera creaturina imbottita di psicofarmaci e allucinogeni, in grado di svolazzare sottoterra in barba alle leggi di Newton e dotato di una singolare capacità, per la sua età: è un inseminatore inarrestabile! Gli basta asprirare lo sbrilluccicante polline di viagra che cresce nel sottosuolo per trasformarsi in una macchina da semina industriale. Non esistono pareti di roccia che potranno resistere: dove passa il cucciolo di Teletubby cresce ogni genere di piante, fiori, tentacoli e verzure esotiche, tutte caratterizzate da una incredibile luminescenza multicolore, merito sicuramente del carico di lsd che il bimbetto si porta appresso per merenda.

Durante il suo vagare sotterraneo, la creatura deforme incontrerà tanti simpatici amici che tenteranno di scappare per il terrore, purtuttavia senza riuscirci a causa del potente campo di prigionia con cui il mostriciattolo li schiavizzerà per sempre. Fortuna vuole che l’essere blu, drogato all’inverosimile, si lasci distrarre facilmente e abbandoni i suoi prigionieri poco dopo averli catturati, deponendoli su costoni di roccia instabile o in mezzo a piante tentacolate dai gusti sessuali decisamente inusuali.
Tutto il gioco si articola nello spostare l’esserino blu attraverso un dedalo di caverne da impollinare e superando gli ostacoli che ne impediscono il cammino. Gli enigmi non sono cervellotici nè impossibili, anzi tutta l’esperienza si fonda su un mix di blandi puzzle, musiche ipnotiche e violente esplosioni di luci e colori. La struttura è semplice: impollinando crescono piante e frutti, raccogliendo i frutti si risolvono gli enigmi e frutti diversi hanno effetti diversi. Si prosegue così fino alla fine del livello o fino a che non arrestano il pusher, punto.
Raccomandato a chi vuole un’esperienza rilassante ed escapista.
No, non potete strangolare il piccolo Teletubby.

3. Raskulls racconta la storia di una nave di topi pirati fuggiti dal pianeta Lelemoris, dove le loro donne – tutte zoccole, non per meriti ma per nascita – sono divenute schiave di un mostruoso dittatore stellare, l’imperatore Silvionibus I, che se le tromba a centinaia ogni sera, nella sua astronave-villa Arcorum. Privati delle loro donne-zoccole, i topastri sono costretti a cercare su altri mondi materiale utile per sfogare i propri istinti riproduttivi, non negandosi tuttavia qualche accoppiamento contro natura, durante il viaggio.
Durante una mega orgia a velocità iperluce, la nave naufraga miseramente su un mondo alieno. I topi se ne fanno una ragione e decidono di conoscere qualche bella abitante indigena per sperimentare nuove ed eccitanti posture erotiche con una specie ancora ignota ma ugualmente arrapante. Immaginate la loro delusione nel trovarsi di fronte un’intera popolazione di scheletri. Niente carne da palpare, niente morbidezza su cui tuffarsi ma solo duri spigoli ossei!!
Costretti oramai al digiuno sessuale e privi della loro potente topo-nave, i sorci oramai traboccanti di ormoni decidono di vendicarsi e di distruggere quel mondo grigio, triste e senza accoppiamenti.
Nel frattempo, però, scoperto il progetto dei topi, il Re degli scheletri  decide di attuare un piano di difesa planetario e indice un torneo: il vincitore del torneo indosserà una tuta imbottita, dalle fattezze di Miss Piggy, e si offrirà agli invasori come oggetto sessuale per l’eternità, distraendoli dal proposito di distruzione totale.
Ovviamente, in un mondo dove non si tromba mai un’opportunità del genere fa piangere di gioia pure i comodini e i lumini dei defunti, generando un’affluenza enorme, praticamente tutti gli abitanti del pianeta, pure il Re!

Diventa subito chiaro che occorre stabilire delle regole precise per il torneo. I partecipanti dovranno superare un percorso a ostacoli e raggiungere il traguardo nel minor tempo possibile, se gareggiano da soli, o prima degli altri, se gareggiano in modalità multiplayer anche se non sanno che cazzo significa.
Durante ogni gara si dovranno distruggere blocchi a forma di Tetris, scavare gallerie a forma di Mr. Driller, raccogliere powerup casuali a forma di Mario Kart con cui spedire gli avversari fuori strada a femori all’aria e arrivare primi. Ogni gara sarà intervallata da simpatici spezzoni animati, nei quali il Re e i suoi allegri amichetti interpreteranno dei graziosi siparietti comici, ma è solo una scusa per toccarsi un po’, in attesa del premio finale. Haha!

Annunci
 
4 commenti

Pubblicato da su 3 febbraio 2011 in videogame

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

4 risposte a “Storie di vita pupazzosa!

  1. Darsch

    3 febbraio 2011 at 15:55

    Uahahahha m’hai fatto scompisciare! xDDD
    Bentornato nel meraviglioso mondo di XBL! :P (ma noi siamo amici icsbocslaivosi sì?)

    I giochi che hai recensito li ho provati tutti in versione demo, ma a parte ilomilo non mi hanno entusiasmato troppo. Sarà il periodo sbagliato, ultimamente non l’accendo molto l’xbotolo, non ho stimoli (o forse ne ho troppi da qualche altra parte… leggi WoW). Pensa che a Natale ho anche preso sottocosto Crackdown 2 (perché il primo m’è piaciuto molto) e Overlord II (perché il primo era divertentissimo) per giocarmeli con calma in questo mese di tantotempolibero, ma non li ho neanche installati ancora… -_-‘

     
    • Lyserjik

      3 febbraio 2011 at 21:30

      Oddio, fra i tre alla fine ho trovato più divertente Raskulls e forse addirittura lo compro, poi mia moglie è appassionata di cag… ehm di giochini alla Mario, quindi avrei una buona sfidante da mettere al tappeto. ;)
      Ricordo il primo Crackdown ma mi piacque poco, ho trovato molto migliore Prototype tra i free roaming con i superpoteri. Allo stesso modo, Overlord aveva delle idee carine e divertenti ma ricordo che aveva una realizzazione terribile e i controlli erano davvero scomodi. Finirlo fu un’impresa, l’ho rivenduto subito.
      Su laiv sono devilr3d, quello con le ragnatele sulla tag per intenderci. :D
      Ah… WoW… comprai il client e giocai intensamente per il primo mese gratuito, poi pagai il secondo mese e non mi collegai più. ^^’

       
  2. Darsch

    10 febbraio 2011 at 14:36

    Prototype l’ho letteralmente adorato! Purtroppo, per motivi di sopravvivenza economica, l’ho dovuto ridare indietro una volta finito per comprare altro, sennò una partita la rifacevo volentieri. Comunque tra un po’ dovrebbe uscire il due. :)

    Su Overlord ti devo dare ragione. Spinto dalla voglia di comprare un gioco a 10 Euro, forse me lo ricordavo più divertente… fatto sta che ho provato ad iniziarlo in questi giorni, ma già mi ha annoiato. Accantonato a favore di Crackdown 2, che invece continua a piacermi da pazzi! :D

    Per quanto riguarda WoW, ritieniti un miracolato! In genere dopo il primo mese gratuito si sviluppa una inesorabile dipendenza… come la mia… xD

     
  3. Lyserjik

    10 febbraio 2011 at 17:13

    Presi Raskulls e Ilomilo.
    Mia moglie torna a casa e pretende la sfida col primo o la partitina in coop col secondo.
    Una meraviglia. :)

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: