RSS

Mai più soli contro la corruzione.

18 Feb

Corruzione.
Al di là di Berlusconi e del bunga bunga, i veri problemi del paese nascono da questo terribile virus che si è insediato nel nostro dna e dal quale non riusciamo a liberarci. La corruzione non corrode solamente le istituzioni ma il tessuto sociale stesso, insinuandosi nel nostro sentire quotidiano.
Se andiamo in banca, non ci stupiamo più che qualcuno salti la fila perchè è amico dell’impiegato. Se siamo al lavoro ci appare normale che l’ultimo assunto abbia un contratto da dipendente mentre gli altri sono ancora a progetto, solo perchè l’ultimo assunto ha la tessera del partito. Il professionista con l’accusa penale e in attesa di processo ancora esercita la professione, il generale dei Carabinieri arrestato per traffico di stupefacenti è roba normale.
A Napoli un giro di cocaina sballa i quartieri ricchi. Oramai ci si preoccupa del proprio benessere in maniera morbosa, a discapito della dignità personale, della cultura e dell’onestà. Per non parlare della salute degli altri.
I nostri sensi sono soverchiati da un’overdose di corruzione e non produciamo più gli anticorpi necessari a combatterla. Siamo narcotizzati e resi inermi!

Non siamo tutti così, per fortuna, ma reagire è un atto che si paga a caro prezzo.
Vado a memoria: Raphael Rossi è stato consigliere comunale della città di Torino, ha rifiutato e denunciato un tentativo di corruzione ed è stato estromesso dalla vita politica, inoltre tutte le spese processuali sono finite a suo carico. Grazie alla diffusione mediatica tramite Annozero e Il Fatto Quotidiano, è riuscito a tenere viva l’attenzione su una vicenda squallida e pericolosa. Adesso ‘festeggia‘ la notizia che finalmente il processo si farà.

Rossi scrive un articolo con una interessante riflessione su come la corruzione vada combattuta dal basso. Solo i cittadini uniti possono contrastare questo male tanto difficile da eliminare e che si riversa contro di noi in ogni momento della nostra vita e in ogni istante dell’esistenza della nostra civiltà:

…ricordiamoci anche dei servizi negati, i palazzi che crollano, le risorse pubbliche che mancano, i diritti erogati come se fossero favori; tutti questi sono i frutti avvelenati della corruzione.

Mai più soli contro la corruzione è il nome del movimento che si cerca di far nascere da questo episodio. Unire i cittadini per denunciare e combattere questo veleno sociale è l’unico modo per non subirne i soprusi.

L’obiettivo, in nuce, del movimento è questo:

Sostegno a chi si schiera contro la corruzione
Creazione di cultura della legalità e dell’anticorruzione
Diffusione di storie di corruzione e di anticorruzione

Datevi una lettura a questa pagina:
http://www.facebook.com/home.php?sk=group_163926343643958
e magari, se lo ritenete opportuno, date anche la vostra adesione.

Annunci
 
3 commenti

Pubblicato da su 18 febbraio 2011 in attualità, vita reale

 

Tag: , , , , , , , , , , ,

3 risposte a “Mai più soli contro la corruzione.

  1. lordbad

    21 febbraio 2011 at 18:23

    ma l’onestà alle volte funziona…

    Complimenti per il blog

    Ti invito cordialmente, confidando che tu abbia tempo e voglia, a visitare il nostro blog, dove tra l’altro si parla nel nostro ultimo post di una vicenda riguardante alcune operaie di Latina (Lazio)

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/02/20/lo-strip-tease-dei-diritti-56/

     
    • Lyserjik

      21 febbraio 2011 at 20:24

      Si, l’onestà funziona, anche se non sempre, purtroppo.
      La vicenda di Raphael Rossi è emblematica di come non solo il cittadino onesto ma anche colui che rappresenta le istituzioni si trova solo di fronte al potere di chi è corrotto e l’unica arma a disposizione è l’essere uniti, facendo fronte comune.
      Il tuo blog merita più di uno sguardo e la vicenda che racconta va approfondita per bene. Sono sicuro che troverò una buona pesca di idee al largo del tuo mare, se mi perdoni il gioco di parole.

       
  2. lordbad

    22 febbraio 2011 at 19:12

    @ Lyserjik : buona navigazione, navigherò anch’io nel tuo =)

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: