RSS

Ma allora non è un vassoio!

10 Mar

Diciamo che fra me e Apple non corre buon sangue, diciamo poi che la blindatura dei suoi sistemi portatili mi ha creato sempre molte rogne e non sono mai riuscito ad accettarla completamente. Diciamo anche che il costo elevato non è mai stato un buon incentivo alla simpatia.
Quando uscì l’ipad pensai che era solo un costoso vassoio hi-tech, un ipod gigante poco pratico da portare appresso e con troppe limitazioni imposte dal sistema operativo, ma che avrebbe fatto un figurone in salotto, con i bicchierini di cristallo poggiati sopra. Allo stesso modo, trovavo molto immatura e frammentaria l’offerta di tablet della concorrenza, soprattutto quelli con android, perciò decisi di mettere questo discorso, che comunque mi interessava, in standby.
Adesso che è uscito il nuovo ipad e che Apple ha finalmente tagliato il prezzo di quello vecchio, ho voluto cedere alla tentazione e l’ho comprato. Modello da 16gb, solo wifi. Il più economico.
Più custodia Apple, non tanto economica.
Ecco le prime impressioni di uno scettico.

 

Non illudiamoci: è un ipod gigante!
Non può sostituire un computer vero e proprio per svariate ragioni.
Innanzitutto non supporta Flash, ma questo lo sanno anche gli acari della polvere. La navigazione web non è scontata e alcune cose non funzionano bene. Con Google Reader ho avuto dei problemi, poichè lo scroll all’interno dei frames non è immediato e avviene solo con due dita. Se non lo avessi scoperto per caso avrei pensato che non era affatto possibile scrollare i feed. Adesso che lo so e l’ho provato, ho visto che lo scorrimento è scattoso e fa cagare. Ho inoltre provato ad aggiornare qualche post del blog, ma l’editor di wordpress non visualizza il testo formattato, obbligando ad agire direttamente sul codice html. In realtà, questo problema esiste anche con l’app ufficiale, che ho provato sia sull’ipad che su android. Per aggiornare in mobilità il blog non ci sono speranze bisogna usare un computer vero e proprio.
Con Gmail ho trovato un’interfaccia diversa da quella consueta e che mostra il messaggio selezionato già aperto, invece della lista come avviene sul pc e con android. Scomodo e poco discreto.
Lo stesso Safari, il browser predefinito, non brilla per praticità. Pensate che ogni volta che clicco su un link per aprirlo in una nuova scheda, me ne devo sorbire l’animazione e non è possibile farlo in background, insomma la prima volta dici waaahhhh… che figata!, la seconda waaahhhh… echeccazzo!
Per fortuna già conoscevo Atomic Web Browser e non ho perso tempo a installarlo.
Attenzione, non sto dicendo che è impossibile navigare con l’ipad, tutt’altro: sto dicendo che non è la stessa navigazione di un pc. Wikipedia e Facebook funzionano alla grande, tanto per fare un paio di esempi.

Lo schermo è magnifico: nitido, luminoso e lisciosamente confortevole. Scorrere le dita sopra è come scivolare sul pavimento appena dato a cera, se non lo sai rischi di slogarti un’unghia. Il vetro antiriflesso fa bene il suo dovere e vedere un filmato anche in ambienti luminosi è un’esperienza appagante. La fluidità è sempre eccellente, sia nelle animazioni che nei filmati e questo a mio avviso è un parametro fondamentale nel giudizio.
L’esperienza d’uso, in generale, è molto piacevole, comoda e semplice. L’interfaccia è ottimizzata per un uso non solo semplificato ma che valorizzi le risorse, così ad esempio un doppio tap su una pagina web ingrandisce della giusta misura il riquadro del testo, un altro doppio tap lo ridimensiona. Ruotando lo schermo ruotano anche i contenuti, che si adattano dinamicamente all’orientamento scelto. Le interfacce non sono mai ingombranti e anzi lasciano molto spazio all’utente. I menu non sono invadenti e gli scarsi 10′ dello schermo sembrano persino un po’ di più.

Come dicevo, l’ipad non è un computer, quindi dimentichiamoci di usarlo allo stesso modo e abituiamoci, invece, a vivere di app, poichè le app sono la sua linfa vitale. Google Reader non funziona bene? Mi scarico un’app che non solo mi permette di vedere tutti i feed anche offline ma contiene i link per i servizi instapaper e read-it later per poter convertire le pagine web in formato pdf.
Ho installato e trovato comodissima Penultimate, un’app che permette di prendere appunti a mano libera o tramite pennino (vivamente consigliato). Utilissimo per buttare giù qualche schizzo di idea o di progetto, inoltre consente di raccogliere e suddivirere gli appunti in taccuini virtuali, stamparli e spedirli via email anche in formato pdf.
Personalmente, trovo che siano indispensabili le versioni per ipad di Pages e Keynote, rispettivamente un piccolo wordprocessor e uno strumento per creare presentazioni. Comode per creare piccoli documenti e slideshow, soprattutto se affiancate da un editor di grafica vettoriale come Inkpad, anche se ancora un po’ immaturo.
Fra le gratuite, sicuramente spicca iBooks, per raccogliere, catalogare e leggere gli ebook (supporta il formato epub) e i pdf. Certamente la lettura non è paragonabile a quella su carta o e-ink, in tal senso gli ebook reader veri e propri sono molto meglio e un ipad non potrà mai sostituire un kinder. ;)
Gli appassionati di matematica possono provare la versione gratuita di PocketCAS, una calcolatrice grafica completa e potente, oppure scegliere Symbolic Calculator, valida ed economica alternativa a PocketCAS.
Insomma, l’App Store è un mondo a parte da esplorare ma anche una trappola da cui si rischia di non uscire più.
Le applicazioni sono magnifiche. soprattutto avendo a disposizione un bellissimo schermo ampio e brillante da 9.7′, ma preparatevi a tante piccole micro-spese.

La gestione del dispositivo avviene solo ed unicamente tramite iTunes, l’interfaccia che Apple frappone fra i suoi prodotti e il mondo esterno, un vero e proprio secondino dei dati, in pratica.

Non so per quale miracolo, collegando l’ipad sotto Win7 si riesce ad accedere alla cartella delle immagini come se fosse un qualunque volume esterno, cosa che non avviene sotto linux, che proprio si rifiuta di farlo, ha una reazione allergica, rischia uno shock anafilattico addirittura.

L’uso dell’ipad va dalla gestione delle piccole attività quotidiane alla produzione personale, senza dimenticare il puro e semplice svago. Le applicazioni ci sono, basta solo trovare quelle che fanno al caso giusto, magari senza voler strafare.
Ottimo per programmare attività e progettare lavori, eccellente per raccogliere e gestire informazioni, documenti e immagini. Comodissimo da portare in viaggio e per vedere un film in treno.
Non è un computer e non ha le capacità per esserlo però non è neanche un vassoio o, almeno, non è solo quello.

Attenti a non cadere nella trappola degli accessori, costosi e spesso inutili. Comprate solo quelli di cui avete realmente bisogno e vivrete felici.

PS – Se anche voi credete che gli sfondi dell’ipad siano un po’ così così e volete aggiungerne di nuovi, allora dirigete la bussola del vostro browser preferito a questo link qui –> http://ipadwallpaper.org/ <– e troverete tantissime immagini in formato 1024×1024, come piacciono a quello schizzinoso del vostro vassoio.

PPS – è appena uscito l’aggiornamento del sistema operativo alla versione 4.3 che, dicono, porti benefici in termini di velocità anche al vecchio ipad.

PPPS – se volete un pennino per lo schermo capacitivo dell’ipad, non dovete per forza sborsare decine di euro per averlo, potete invece indossare la vecchia salopette di jeans, il casco da carpentiere, un paio di stivali comodi, l’ultimo numero di bricolage mon amour e costruirvelo da soli, seguendo questa guida assai facile qui di seguito:

guida assai facile per costruire una stilo per ipad.

Annunci
 
13 commenti

Pubblicato da su 10 marzo 2011 in apple

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

13 risposte a “Ma allora non è un vassoio!

  1. albyok

    10 marzo 2011 at 17:17

    Buon’analisi. L’unico appunto, nonostante tu abbia sottolineato l’importanza delle App, è… la fottuta importanza delle App!

    L’iPad (come l’iPhone) non è quasi nulla senza App. Ottimo sistema, ottimo rapporto software-hardware, ma le App sono il cuore degli iCosi. :-)

     
  2. Velenero

    10 marzo 2011 at 17:38

    Meglio l’Archos 101…! :-P

     
    • Lyserjik

      10 marzo 2011 at 18:23

      Asd! Si, l’archos è un ottimo concorrente! :-)

       
  3. Mike

    10 marzo 2011 at 18:19

    Bell’articolo, non sopportando i fan-boy di apple condivido al pieno la tua visione. Purtroppo la apple è incompatibile con il mio stipendio, ma in linea di massima il nuovo iPad mi sembra un bel giocattolino…

    P.s.
    Sbaglio o hai cambiato grafica del blog?? :)

     
    • Lyserjik

      10 marzo 2011 at 18:27

      Ma questo non è il nuovo iPad, è quello vecchio.
      Neanche il mio stipendio mi permette di spendere troppo, però adesso un ipad prima generazione da 16gb no 3G sta 379 e questo era alla mia portata.
      Ti piace la nuova grafica del blog? :)

       
  4. Darsch

    10 marzo 2011 at 18:29

    Per Google Reader scaricati l’applicazione “MobileRSS”, è fenomenale!
    Per GMail ti consiglio di collegare l’account all’app integrata in iOS, che è molto funzionale.
    Atomic Web Browser l’hanno già tolto da AppStore (non so perché), quindi sei uno dei pochi fortunati ad averlo! :D Io cmq mi trovo bene con Safari su iPhone, fa il suo dovere… ;)

    Benvenuto nel mondo Apple! Io ormai con l’iPhone ci faccio praticamente tutto! :D

    PS: grassie del link ^_^

     
    • Lyserjik

      10 marzo 2011 at 18:53

      Azz, l’hanno tolto da poche ore, non si sa neanche il perchè e gli sviluppatori non hanno neanche rilasciato dichiarazioni. Non so se ritenermi fortunato o no, almeno finchè non saprò per quale ragione hanno fatto sta mossa.
      Per ora non lo uso. ^^’
      Per i feed uso FeedlerPro che mi pare molto buono.
      Mo’ so’ curioso di sapere sto fatto del browser…

       
  5. Mike

    10 marzo 2011 at 21:30

    Si avevo capito che avevi preso il vecchio, volevo dire: “il vecchio non l’avrei mai comprato, il nuovo mi stuzzica molto” :)

    La grafica del blog mi piace molto,
    un solo consiglio se posso permettermi: metti un bell’header potente! ;)

     
    • Lyserjik

      10 marzo 2011 at 23:31

      Eh… ‘na parola! :D
      Però ci ho pensato varie volte.

       
  6. Mike

    11 marzo 2011 at 10:53

    oh se ti serve una mano, basta chiedere! ;)

     
    • Lyserjik

      11 marzo 2011 at 11:11

      Guarda che ti prendo in parola, eh!
      Se ho qualche idea ti faccio sapere, sempre senza approfittare della tua disponibilità. :)

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: